Overclocking



L'overclocking consiste nella regolazione delle specifiche standard di moduli di memoria, CPU e GPU, al fine di elevare il livello delle prestazioni. Ad esempio, aumentando la velocità di clock e riducendo la latenza (stati di attesa) dei valori standard di settore (JEDEC) della RAM si ottiene un impatto significativo sulle applicazioni per PC. I moduli di memoria HyperX offrono due approcci molto semplici all'overclocking: la soluzione Plug N Play, più adatta ai neofiti, e la soluzione XMP (Extreme Memory Profile) per utenti esperti.

Per gli appassionati di PC (una volta detti "hobbisti"), l'overclocking rappresenta una forma d'arte e una subcultura. Gli overclocker più incalliti possono arrivare a misure estreme per riuscire a conquistare un record mondiale, compreso il raffreddamento dei componenti con il nitrogeno liquido. Tuttavia, non è che tutti quelli che desiderano avere un'apparecchiatura di gioco potente devono necessariamente arrivare a queste "forme d'arte" per ottenere prestazioni migliori dal proprio hardware. A metà del 2000, Intel, AMD e NVidia inventarono dei metodi che avrebbero consentito di eseguire facilmente l'overclocking della memoria utilizzando dei profili pre-programmati nelle DIMM. Questi profili definivano la velocità di clock, il voltaggio e le latenze. Un ecosistema di controlli e bilanciamenti che ha dato vita a un panorama stabile e omogeneo, sviluppato dai produttori di processori/chipset, dai produttori delle schede madre e dalle società che fabbricavano le memorie. Spingere al limite i propri moduli di memoria non è mai stato così facile per gli appassionati di PC - e anche per quelli meno appassionati! La seguente tabella mostra la differenza che può avere una latenza ridotta su una memoria eseguita alle medesime velocità di clock.

Lettura memoria in MB/s (meglio se alti)

Profilo delle prestazioni
HyperX Predator DDR4

Lettura memoria 50.004 MB/s
Velocità Latenza Tensione
3.600MHz 17-18-18 1,35V


Profilo delle prestazioni
HyperX Predator DDR4

Lettura memoria 42.411 MB/s
Velocità Latenza Tensione
3.000MHz 15-17-17 1,35V


Standard di settore (JEDEC)
Memoria Kingston DDR4

Lettura memoria 37.463 MB/s
Velocità Latenza Tensione
2.666MHz 19-19-19 1,2V

Plug N Play



HyperX Plug N Play è un concetto di overclocking della memoria inventato da Kingston. Presente sulle linee di prodotto delle memorie FURY e Impact, HyperX Plug N Play è una memoria che esegue da sola l'overclocking, con preimpostazioni configurate in fabbrica dai nostri ingegneri. Non è necessario modificare le impostazioni o il timing manualmente, né tantomeno occorre selezionare un profilo. Dal momento che i profili lavorano a una tensione standard, basta inserire i moduli per trovarli già pronti all'uso. Plug N Play si dimostra ideale per chi ha un sistema che non consente di effettuare regolazioni del BIOS o, più semplicemente, per chi desidera una soluzione semplice che assicuri prestazioni più elevate della memoria. Nella maggior parte dei sistemi, HyperX Plug N Play esegue autonomamente l'overclocking alla velocità massima consentita dal BIOS.

Lettura memoria in MB/s (meglio se alti)

Profilo delle prestazioni
HyperX Predator DDR4

Lettura memoria 39.248 MB/s
Velocità Latenza Tensione
2.666MHz 13-15-15 1,35V


Plug-N-Play (PnP)
HyperX Fury DDR4 HyperX Impact DDR4

Lettura memoria 38.032 MB/s
Velocità Latenza Tensione
2.666 MHz 16-18-18 1,2V


Standard di settore (JEDEC)
Memoria Kingston DDR4

Lettura memoria 37.463 MB/s
Velocità Latenza Tensione
2.666 MHz 19-19-19 1,2V

Intel XMP


Intel



L'approccio di Intel all'overclocking della memoria si chiama XMP (Extreme Memory Profile). XMP consiste in impostazioni fisse di overclocking programmate nei moduli DIMM quando sono ancora in fabbrica. Ogni modulo DIMM è dotato di due profili di overclocking: uno aggressivo e uno leggermente meno aggressivo, oltre ai valori JEDEC predefiniti (velocità, timing e tensione standard di settore). Questa è la soluzione scelta da Intel per offrire l'overclocking delle memorie in modo garantito e sicuro sulle piattaforme Intel. I profili XMP possono essere attivati all'interno del BIOS, o attraverso l'XTU (Extreme Tuning Utility) di Intel, disponibile per il download sul loro sito Web.

Esistono due classificazioni di Intel XMP: Certified e Ready. Intel XMP Certified significa che Intel ha verificato il corretto funzionamento delle DIMM su determinati modelli di schede madre. Questi risultati sono pubblicati sul sito Web XMP di Intel. Intel XMP Ready significa che i moduli DIMM sono dotati di profili XMP e il loro funzionamento è stato testato dal produttore della memoria alle velocità indicate; in questo caso, tuttavia, non sono stati inviati a Intel. La tabella che segue mostra il guadagno che è possibile ottenere aumentando la velocità di clock della memoria.