Domande frequenti (FAQ)

Domande principali

Perché il modulo di memoria HyperX installato sul mio computer non funziona alla velocità pubblicizzata?

Come forse saprete, questa memoria è realizzata con tempi di latenza più aggressivi rispetto agli altri prodotti della nostra gamma. I moduli HyperX sono stati espressamente progettati e realizzati per andare incontro alle esigenze degli appassionati di PC. Le memorie HyperX sono caratterizzate da maggiori velocità, ridotti tempi di latenza, maggiori larghezze di banda per il flusso dati e da consumi energetici ridotti. L'uso delle memorie HyperX può richiedere l'accesso al BIOS, per impostare manualmente tempi di latenza inferiori, affinché il BIOS riconosca correttamente le memorie. Tuttavia, anche tale procedura non offre alcuna garanzia, in quanto l'esito di tale operazione dipende dalla scheda madre. Dato che questa memoria non è sottoposta ad alcun test di compatibilità con sistemi specifici, non siamo in grado di confermare la sua compatibilità con i sistemi specifici utilizzati dagli utenti.

Prima di impostare i tempi di latenza, è una buona idea impostare il BIOS sui valori di default, al fine di escludere qualunque altro possibile conflitto. Inoltre, qualora i moduli non dovessero funzionare dopo l'impostazione dei tempi di latenza, è buona prassi aggiornare il BIOS all'ultima versione disponibile, in quanto il BIOS non aggiornato potrebbe essere causa di limitazioni nel riconoscimento della memoria. Gli aggiornamenti per il BIOS possono essere scaricati dal sito web del produttore della scheda madre. Si raccomanda di verificare la documentazione relativa ai processori, al fine di assicurarsi che il processore utilizzato sia in grado di supportare la velocità della memoria che si sta installando.

Qualora non fosse possibile eseguire con successo l'overclocking della memoria, vi invitiamo a contattare il nostro supporto tecnico per ricevere ulteriore assistenza. Saremo felici di aiutarvi ad individuare un modulo di memoria compatibile con il vostro sistema. In aggiunta, potete utilizzare il nostro configuratore di memorie all’indirizzo:

http://www.kingston.com/it/memory/search/Options/

FAQ: KTM-021011-HYX-01
L'utente ha installato una memoria HyperX sul suo sistema ma l'esecuzione di un programma diagnostico indica che i tempi di latenza sono inferiori a quelli di specifica pubblicizzati. Perché?

In tal caso è necessario impostare manualmente i parametri corretti relativi a velocità, tempi di latenza e voltaggio oppure, se supportati dalla scheda madre, è possibile utilizzare i profili XMP. Alcuni sistemi non sono in grado di funzionare correttamente utilizzando i bassi valori di latenza dei moduli HyperX. Inoltre, alcuni programmi diagnostici sono in grado di leggere esclusivamente le impostazioni predefinite del valore SPD (Serial Presence Detect) del modulo. In questi casi non vengono considerate le configurazioni manuali eventualmente impostate o il profilo XMP scelto.

Fare riferimento alla scheda tecnica relativa al modulo di memoria HyperX per individuare le impostazioni appropriate.

FAQ: KTM-030515-HYX-02
Dopo aver installato la memoria Kingston HyperX sul computer, l'utente procede a configurare le impostazioni all'interno del BIOS. Una volta effettuato l'accesso al BIOS, vengono visualizzati i parametri relativi a "Latenza CAS" e "Ritardo RAS a CAS", ma non appare alcun parametro "Command Rate". Dove è situato questo parametro di impostazione della latenza?

Numerose schede madri provvedono a impostare automaticamente il valore di "Command Rate", e pertanto in tali casi la configurazione manuale non può essere effettuata dall'utente.

FAQ: KTM-021011-HYX-05
Dopo aver impostato i tempi di latenza raccomandati, nel BIOS sono presenti numerosi altri parametri relativi alla latenza. Come devono essere configurati questi parametri?

Se il BIOS contiene parametri che Kingston non elenca tra i tempi di latenza da configurare per le memorie HyperX, si raccomanda di lasciare tali parametri con le impostazioni di default.

FAQ: KTM-021011-HYX-06
Qual è il significato dei tempi di latenza della memoria (per esempio. 10-11-12) riferiti alle memorie HyperX?
Timing Definizione del Timing Abbreviazioni Funzione svolta
10 Latenza CAS CL Controllo del ritardo tra attivazione di riga e lettura di riga.
11 RAS a CAS (detto anche ritardo da Riga a Colonna) trcd Attiva la riga.
12 Ritardo di Precarica Riga (o Ritardo di Precarica RAS) trp o tRCP Disattiva la riga.

Latenza CAS:
La latenza CAS rappresenta il rapporto tra il tempi di accesso alla colonna della memoria, diviso per il tempo di clock corrente del sistema. Il tempo di accesso alla colonna è un valore costante. In tal modo l'utente sarà in grado di osservare come, con il graduale incremento del clock di sistema, diventi più difficile ottenere bassi valori di latenza CAS (per esempio, il denominatore cresce ma il numeratore rimane invariato).

RAS-to-CAS:
Questo parametro indica il tempo di latenza tra i parametri "Row Address Strobe" e "Column Address Strobe". Sostanzialmente, questo parametro indica il ritardo che intercorre tra l'accesso agli indirizzi di Righe e Colonne della memoria.

Ritardo di Precarica Riga:
Indica il numero di cicli di clock richiesti tra il comando di precarica e il comando attivo. Durante questo intervallo di tempo, gli amplificatori (sense amplifier) si caricano e il banco si attiva.

*Dagli esempi riportati sopra si può concludere che tanto minore sarà il numero, quanto più rapido sarà l'accesso.

FAQ: KTM-021011-HYX-09
L'utente ha installato una memoria HyperX e il sistema ora non si riavvia, oppure si blocca a intermittenza.

Le memorie HyperX sono configurate in modo da offrire prestazioni particolarmente aggressive. Non tutti i sistemi sono in grado di supportare queste impostazioni.

Controllare la compatibilità tra il modulo di memoria HyperX e il chipset Intel o AMD installato nella scheda madre. È possibile trovare queste informazioni nelle pagine dedicate ai prodotti nel sito web HyperX. Se la memoria utilizza i profili XMP per eseguire l'overclcoking, attivare l'impostazione automatica della memoria nel BIOS.

In caso di malfunzionamento della memoria anche con le impostazioni di default, contattare il supporto tecnico Kingston per ottenere ulteriore assistenza.

FAQ: KTM-030615-HYX-10
Ho installato moduli di memoria Kingston HyperX, ma non ottengo la velocità di frequenza indicata. Perché?

Con i moduli di memoria HyperX che utilizzano i profili XMP vengono adottati per impostazioni predefinita i valori standard JEDEC. Alcuni sistemi non sono infatti in grado di funzionare a velocità superiori a quelle JEDEC; pertanto, al fine di garantire la migliore esperienza d'uso a tutti gli utenti, Kingston allinea il valore del modulo ai valori JEDEC standard, lasciando poi all'utente la possibilità di effettuare l'overclock del sistema mediante i profili XMP, se supportati dal sistema.

Con i moduli PnP, nel caso in cui il sistema non fosse in grado di funzionare con le impostazioni di overclocking, è possibile utilizzare il profilo di frequenza compatibile immediatamente più elevato o, in alternativa, passare alla frequenza standard JEDEC preimpostata.

FAQ: KTM-030615-HYX-03
In che modo è possibile cambiare il colore e i pattern dei moduli DIMM RGB DDR4 Predator?
I moduli DIMM RGB DDR4 HyperX Predator hanno come pattern impostato in fabbrica un'onda arcobaleno, compatibile con qualsiasi scheda madre DDR4. Per modificare il colore o il pattern, è necessario disporre di una scheda madre compatibile con RGB che supporti la personalizzazione tramite BIOS o un'applicazione RGB. HyperX ha collaborato con ASUS, ASRock, Gigabyte e MSI per abilitare la modifica di colori e pattern all'interno delle rispettive applicazioni RGB. Verificare quindi la compatibilità della scheda madre utilizzata con Predator DDR4 RGB, dal momento che non tutti i modelli o chipset supportano la personalizzazione degli effetti RGB. Nei modelli compatibili, è inoltre necessario disporre della versione più aggiornata del BIOS o dell'applicazione RGB per poter personalizzare Predator DDR4 RGB. FAQ: KTM-060818-HYX-11
Perché nel mio sistema AMD Ryzen i moduli DIMM FURY Plug N Play appena estratti dalla confezione non funzionano alla velocità indicata?
I processori AMD Ryzen si sovrappongono alla funzione Plug N Play delle memorie HyperX FURY, forzando queste ultime a funzionare a una velocità o un timing ridotti rispetto a quelli previsti quando vengono estratte dalla confezione. Per attivare la velocità indicata, è necessario attivare il profilo 1 nel BIOS. In questo modo si forzeranno velocità e timing della funzione Plug N Play. Non tutti i processori AMD Ryzen sono in grado di supportare tutte le velocità delle memorie FURY. Rivolgersi al produttore della scheda madre per ottenere un elenco delle velocità di overclock verificate oppure fare riferimento al nostro rapporto di compatibilità AMD Ryzen.


https://media.kingston.com/pdfs/hx-product-memory-ddr4-amd-ryzen-and-hx-compatibility-us.pdf FAQ: KTM-060818-HYX-12

Altre domande

Come è possibile determinare la quantità di memoria installata sul mio sistema?

Su sistemi Windows, fare clic sul pulsante "Start" e aprire il "Pannello di controllo". Impostare la visualizzazione classica per Windows Vista e 7. Quindi, aprire la schermata "Sistema". Ciò consentirà di visualizzare le informazioni di base sul computer, tra cui anche la quantità totale di RAM installata.

Su sistemi MacOS, selezionare "Informazioni su questo Mac" o "Informazioni su questo computer", dal menu "Apple" posto sul lato superiore sinistro del Desktop. La schermata contiene le informazioni relative alla quantità totale di memoria del computer Mac in uso (include memoria integrata e eventuali moduli DIMM o SIMM aggiuntivi installati).

Su sistemi Linux, aprire una finestra del terminale e immettere il comando seguente: cat /proc/meminfo

Questo comando consente di visualizzare la quantità di memoria RAM totale installata, nonché altre informazioni relative alla memoria.

FAQ: KTM-012711-GEN-06
Dopo aver installato la nuova memoria su un notebook, il sistema non si riavvia oppure non riconosce la nuova memoria. Come posso risolvere questo problema?

Prima di tutto è necessario assicurarsi che la memoria installata sul notebook sia quella corretta. Per ulteriore assistenza su questo argomento, visitare la pagina di "Ricerca memorie" del sito Kingston, raggiungibile dal link www.kingston.com. Dopo essersi assicurati che il tipo di memoria installato sia quello giusto, fare quanto segue:

  1. Prima di installare la memoria, spegnere il notebook; quindi, rimuovere la batteria e scollegare il cavo di alimentazione dalla presa di rete. Reinserire saldamente la memoria all'interno dello slot, premendo sul modulo di memoria per facilitarne l'inserimento all'interno dello slot di alloggiamento. Reinstallare la batteria, ricollegare il cavo di alimentazione e infine riavviare il sistema. Se l'installazione non ha esito positivo neppure questa volta, provare a inserire la memoria in un altro slot di alloggiamento, se disponibile.
  2. Se la nuova memoria appare essere del tipo richiesto e l'installazione viene effettuata in modo corretto ma il PC crea ancora problemi di avvio oppure non riconosce la memoria, potrebbe essere necessario scaricare l'ultima versione del BIOS dal sito web del produttore del computer.

Nota: Kingston declina ogni responsabilità per gli eventuali problemi di qualunque tipo derivanti dalle operazioni di aggiornamento (flash) del BIOS. Il flash del BIOS rappresenta esclusivamente un suggerimento alla risoluzione di un problema. Pertanto, si precisa che tutti gli utenti che eseguono la procedura di flash del BIOS lo fanno a loro esclusivo rischio e sotto la loro diretta responsabilità. Tutte le istruzioni relative alla modalità di flash del BIOS non sono fornite da Kingston, ma dal produttore del computer, oppure dal produttore del BIOS.

FAQ: KTM-012711-GEN-12
Dopo aver installato la nuova memoria su un computer desktop, il sistema non si riavvia oppure non riconosce la nuova memoria. Come posso risolvere questo problema?
Prima di tutto è necessario assicurarsi che la memoria installata sul computer desktop sia quella corretta. Per ulteriore assistenza su questo argomento, visitare la pagina di "Ricerca memorie" del sito Kingston, raggiungibile dal link www.kingston.com. Dopo essersi assicurati che il tipo di memoria installato sia quello giusto, fare quanto segue:
  1. Spegnere il computer e scollegarlo dall'alimentazione di rete.
  2. Reinserire il modulo di memoria con la capacità maggiore nel primo slot di alloggiamento, seguito dagli altri moduli di capacità inferiore in ordine decrescente. Per verificare che i moduli di memoria siano tutti installati correttamente, allineare le tacche presenti sui moduli con le relative indentature presenti sullo slot di alloggiamento e quindi spingere con decisione i moduli all'interno dello slot, fino a quando le linguette di arresto non bloccano i moduli in posizione.
  3. Assicurarsi che tutti i cavi del computer siano correttamente collegati. In alcuni casi il problema potrebbe essere causato dal mancato collegamento di un connettore di alimentazione alla scheda madre, oppure a un cavo scollegatosi accidentalmente dall'hard drive.
  4. Se la nuova memoria appare essere del tipo richiesto e l'installazione viene effettuata in modo corretto ma il PC crea ancora problemi di avvio oppure non riconosce la memoria, potrebbe essere necessario scaricare l'ultima versione del BIOS dal sito web del produttore del computer.
Nota: Kingston declina ogni responsabilità per gli eventuali problemi di qualunque tipo derivanti dalle operazioni di aggiornamento (flash) del BIOS. Il flash del BIOS rappresenta esclusivamente un suggerimento alla risoluzione di un problema. Pertanto, si precisa che tutti gli utenti che eseguono la procedura di flash del BIOS lo fanno a loro esclusivo rischio e sotto la loro diretta responsabilità. Tutte le istruzioni relative alla modalità di flash del BIOS non sono fornite da Kingston, ma dal produttore del computer, oppure dal produttore del BIOS.

FAQ: KTM-012711-GEN-13
Le memorie aggiuntive consentono di accrescere la velocità del computer?

Le memorie aggiuntive non necessariamente consentono di incrementare le prestazioni del computer.La memoria aggiuntiva consente di eseguire più programmi o processi contemporaneamente, oppure permette di eseguire programmi che richiedono una maggiore quantità di memoria.L'incremento di memoria può apparire evidente se la memoria base installata prima dell'aggiornamento era insufficiente o comunque non adeguata ai programmi e ai processi per i quali il computer viene normalmente utilizzato.

FAQ: KTM-012711-GEN-07
Qual è la procedura da seguire per installare i moduli di memoria sul mio computer?

Computer desktop: sui computer desktop è necessario prima di tutto spegnere il computer, scollegarlo dall'alimentazione di rete e rimuovere il coperchio dello chassis. Nota: Il modulo di maggiore capacità deve essere installato nello slot di alloggiamento 1 seguito dal secondo modulo in termini di capacità, nello slot 2, e così via. Fare riferimento al manuale della scheda madre per ulteriori informazioni sulla corretta identificazione degli slot.

Rimuovere il modulo di memoria, come illustrato in Fig. 1. Spingere i fermi di arresto (1) verso l'esterno; tale operazione farà si che il modulo scatti automaticamente verso l'alto, fuoriuscendo dallo slot di alloggiamento(2). Completare l'estrazione del modulo dallo slot.

Per installare il nuovo modulo di memoria, fare riferimento alla Fig. 2. Spingere verso l'esterno i fermi di arresto (1) presenti sulle estremità dello slot di alloggiamento e allineare le tacche presenti sui moduli con le relative indentature presenti sullo slot di alloggiamento (2); quindi, spingere con DECISIONE il modulo di memoria all'interno dello slot di alloggiamento, in modo tale che i fermi blocchino il modulo nella posizione corretta, all'interno del suo alloggiamento (3). Qualora il modulo di memoria non venga ancora rilevato nonostante sia stato installato correttamente, e dopo aver verificato che la memoria utilizzata è di tipo corretto, sarà necessario assicurarsi di disporre della versione più aggiornata del BIOS, verificando sul sito web del produttore del computer.

Computer notebook: prima di rimuovere/installare moduli di memoria su un notebook, è necessario spegnere il computer, rimuovere la batteria e scollegare il cavo di alimentazione. Spingere con DECISIONE il modulo di memoria all'interno dello slot di alloggiamento, assicurandosi che garantisca un contatto corretto (è essenziale spingere il modulo di memoria all'interno della sua sede CON DECISIONE), prima di bloccarlo in posizione (vedi figura sotto). Una volta completata l'installazione del modulo di memoria, installare la batteria sul notebook e alimentarlo collegando anche il cavo di alimentazione, e non la sola batteria. Qualora il modulo di memoria non venga ancora rilevato nonostante sia stato installato correttamente, e dopo aver verificato che la memoria utilizzata è di tipo corretto, sarà necessario assicurarsi di disporre della versione più aggiornata del BIOS, verificando sul sito web del produttore del computer.

BIOS (Basic Input/Output System): il BIOS è installato sulla scheda madre del computer. Il suo compito è quello di controllare le principali operazioni del sistema, con la funzione di consentire l'avvio del computer e l'inizializzazione dell'hardware. Normalmente, i dati del BIOS sono contenuti all'interno di un chip ROM, che può essere aggiornato mediante un'operazione detta di "flash" del BIOS. Gli upgrade del BIOS possono correggere errori, fornire supporto a nuove CPU e a nuovo hardware, inclusi nuovi tipi di memorie, ecc. Gli aggiornamenti del BIOS sono reperibili presso il sito web del produttore.

*NOTA: Kingston declina ogni responsabilità per gli eventuali problemi di qualunque tipo derivanti dalle operazioni di flash del BIOS. Il flash del BIOS rappresenta esclusivamente un suggerimento finalizzato a consentire di risolvere un problema. Pertanto, si precisa che tutti gli utenti che eseguono la procedura di flash del BIOS lo fanno a loro esclusivo rischio e sotto la loro diretta responsabilità. Tutte le istruzioni relative alle modalità di flash del BIOS non sono fornite da Kingston, ma dal produttore del computer, oppure dal produttore del BIOS.

FAQ: KTM-012711-GEN-18
Qual è la differenza tra i numeri di parte che identificano i kit dual e triple channel dai componenti venduti singolarmente?

I componenti venduti in kit (identificati dalla presenza dei codici "K2" o "K3" nel numero di parte, come KVR400X64C3AK2/2G ad esempio), sono specificamente predisposti per l'impiego su schede madri Dual e Triple channel. Sebbene la tecnologia Dual e Triple Channel sia integrata nella scheda madre (all'interno del chipset), i moduli di memoria destinati alle schede madri Dual e Triple Channel devono essere installati in coppia oppure in set di tre per poter funzionare correttamente. Gli stessi moduli contenuti in un dato kit funzionano meglio perché la scheda madre effettuerà l'accesso alla memoria interpretandola come un singolo slot caratterizzato da una maggiore larghezza di banda. Pertanto, Kingston raccomanda di utilizzare sempre i moduli venduti in kit per l'installazione su schede madri dotate di tecnologia Dual e Triple channel.

FAQ: KTM-020911-GEN-19
L'installazione di una memoria dello stesso tipo ma più veloce (frequenza più elevata) su un sistema progettato per funzionare con memorie di frequenza inferiore, causa una riduzione di velocità della memoria, come l'installazione di una memoria DDR a 400Mhz su un sistema progettato per funzionare con memorie DDR a 333Mhz, per esempio?

Si. Nella maggior parte dei casi, se il computer è progettato per supportare una velocità inferiore, anche installando una memoria di tipo analogo (DDR, DDR2, ecc.), ma con una maggiore velocità di funzionamento, il sistema ridurrà automaticamente la frequenza di funzionamento delle memorie più veloci, adattandola a quella di sistema. Tuttavia, a tale proposito è opportuno sottolineare che la funzione di downclock dipende dal computer e il suo funzionamento non è sempre garantito.

FAQ: KTM-021011-GEN-16
Il BIOS di sistema o un altro programma, come CPU-Z, mostra che la memoria sta funzionando a una frequenza pari a metà di quella totale. Perché?

In molti casi, il BIOS o un programma diagnostico possono indicare il valore della frequenza del bus di memoria, che è pari alla metà della frequenza totale del tipo di memoria DDR installata. Come si evince dal nome, nelle memorie DDR (Double Data Rate) la velocità dei dati corrisponde al doppio delle frequenza del bus di memoria. Pertanto, se il valore di frequenza della memoria è pari a 800Mhz, ma la memoria utilizzata è del tipo DDR3 a 1600Mhz, significa che la RAM sta funzionando alla velocità corretta.

FAQ: KTM-071015-GEN-20
Cosa significa l'acronimo ESD?
L'acronimo ESD significa "Electro-Static Discharge" e indica semplicemente il fenomeno dell'accumulo di scariche elettrostatiche. Il fenomeno dell'ESD non deve essere preso alla leggera, in quanto rappresenta uno dei fattori in grado di danneggiare o distruggere un computer o i componenti hardware. Le scariche elettrostatiche sono come quelle che si verificano quando si strofina un piede su un tappeto e poi si tocca un oggetto metallico. L'ESD può verificarsi senza che l'utente riscontri alcuna forma di shock elettrico, e avviene esclusivamente quando si opera sui componenti interni di un computer o durante la manipolazione di componenti hardware.

Come è possibile evitare il fenomeno dell'ESD?
Il metodo migliore per evitare i fenomeni di ESD consiste nell'utilizzare un apposito braccialetto antistatico, oppure un tavolo o una stuoia antistatici. Tuttavia, dato che la maggior parte degli utenti non dispone di un accesso a questi oggetti, abbiamo incluso le raccomandazioni indicate sotto al fine di minimizzare il rischio di scariche elettrostatiche.
Operare stando in piedi: è consigliabile restare in piedi quando si opera su un computer. Stando seduti su una sedia si possono generare quantità maggiori di energia elettrostatica.
Cavi: assicurarsi che sul retro del computer non sia presente alcun cavo collegato, (cavo di alimentazione, cavo mouse, tastiera, ecc.).
Indumenti: assicurarsi di non indossare alcun tipo di indumento in grado di condurre cariche elettriche di potenza elevata, come i maglioni in lana.
Accessori: al fine di minimizzare il rischio di scariche elettrostatiche e per evitare altri problemi, è vivamente consigliabile rimuovere qualunque tipo di gioiello o altri oggetti simili.
Eventi climatici: le tempeste elettriche possono accrescere il rischio di scariche elettrostatiche; pertanto, se non strettamente necessario, è consigliabile non operare su un computer durante una tempesta elettrica. In zone con climi particolarmente secchi, l'aria diventa un elemento del meccanismo che favorisce l'accumulo di energia elettrostatica, in qualunque occasione in cui sono presenti flussi d'aria (vento, aria condizionata, ventilatori) che attraversano una superficie isolata. Non lasciarsi ingannare dal fatto che l'area in cui si opera è esposta ad alti livelli di umidità, e prestare sempre attenzione ai problemi di corrosione tra connettori e altre interfacce elettriche.

Fare riferimento al link del sito riportato sotto per ulteriori informazioni sul fenomeno dell'ESD e sui metodi per proteggere gli apparati elettronici.

ESD Association
http://www.esda.org/aboutESD.html FAQ: ESD-SSD-001

Contattare il supporto tecnico

Questions about a Kingston product you already own? Ask a Kingston expert.
Live Chat con il Supporto tecnico

Monday-Friday 6 a.m.-6 p.m. PST

Chat Now Chat Now
Contattare il Supporto tecnico

Monday-Friday 6 a.m.-6 p.m. PST

1 (800) 435-0640 (closed)